ALESSANDRO AMADUCCI

 

Nasce nel 1967 a Torino e si laurea con una tesi sulla videoarte. Ha collaborato con il Centro Arti Visive Archimede di Torino, realizzando corsi di video. Ha svolto l’attività di docente di video per alcuni corsi di formazione finanziati dalla CEE, per l’Istituto Europeo di Design di Milano e attualmente insegna presso il DAMS di Torino. Ha alternato la sua attività artistica fra fumetti, fotografia, teatro e musica. Ha collaborato con l'Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza, realizzando documentari sulla Seconda Guerra Mondiale, sulla Resistenza e sulle lotte operaie. Ha collaborato al Teatro Juvarra di Torino per la realizzazione di alcuni spettacoli multimediali. Attualmente realizza video di videoarte, videoinstallazioni, documentari, videoclip, spettacoli multimediali e live video, curando in parte anche gli aspetti musicali. Realizza anche fotografie digitali.

 

 

 

MOSTRE

La caverna Illuminata (videoinstallazione immersiva/mapping), cortile del Rettorato dell'Università di Torino,  21 Dicembre 2021 - 9 Gennaio 2022.

 

Led3Times (video) nell’ambito della padiglione “Transgression. Art +Technology” della Biennale online “The Wrong Biennale”, a cura du Herando Hurrutia, 1 Novembre 2021-1 Marzo 2022.

 

Transient (installazione single-screen), nell’ambito della collettiva Transborda 3 Q-TV, Alcobaca, Portogallo, a cura Alberto Guerreiro, 1-21 Novembre 2021.

 

Black Data (video), nell’ambito della collettiva online “This Show is curated by a Machine”, Museum of Wild and Newfangled Art, curato da un team di intelligenza artificiale composto da IV, cari ann shim sham e Joey Zaza , 23 Settembre 2021,-21 Gennaio 2022.

 

Discussion on Death (installazione single-screen), nell’ambito della collettiva “Glitch is the Soul in the Machine”, Winona State University – Laird Norton Center for Art and Design (USA), a cura di Mark Amerika, 28 Giugno-8 Luglio 2021, e Minneapolis College of Art and Design, 20 Settembre-1 Ottobre 2021.

 

In Your Room (video), nell’ambito della collettiva “Happy Valley Animation Festival”, Hub Gallery - Robeson Center, Pennsylvania, USA, 21 Maggio -13 Giugno 2021.

 

Do Computers Dream? (retrospettiva video), nell’ambito di Split Videoart Festival, Spalato (Croazia), a cura di Maurizio Marco Tozzi, 20-23 Maggio 2021.

 

Fear of Me (installazione single-screen), nell’ambito della collettiva “Très Portrait”, Salon Beauregard, Yverdon-les- Bains (Svizzera), a cura di Flaminia Scauso, 8 Maggio -11 Luglio 2021.

 

A Secret Place (installazione fotografica) e Phoenix (installazione single-screen), nell’ambito della collettiva “We the People”, Sala della Gran Guardia (Padova), a cura di Enrica Feltracco, Elisabetta Maria Vanzelli, Massimiliano Sabbion e Matteo Vanzan, 4 Maggio-2 Giugno 2021.

 

Tribute to Alessandro Amaducci. 30 years of Videoart (retrospettiva video), nell’ambito di Les Instants Vidéo, Marsiglia (Francia), a cura di Maurizio Marco Tozzi, 12-15 Novembre 2020.

 

Tribute to Alessandro Amaducci. 30 years of Videoart (retrospettiva video), e Desire Machines (videoinstallazione)

nell’ambito di Share Festival, Torino, a cura di Maurizio Marco Tozzi, 17-20 Settembre 2020.

 

Post Rebis (video) nell’ambito della mostra online The Other Side, presso White Page Gallery, a cura di Bob Georgeson, 14 Settembre-31 Ottobre 2020.

 

Tribute to Alessandro Amaducci. 30 years of Videoart (retrospettiva video), nell’ambito di Athens Digital Arts Festival, Atene (Grecia), a cura di Maurizio Marco Tozzi, 10 Luglio-10 Settembre 2020.

 

Post Rebis (installazione single-screen), nell’ambito della collettiva “Dactiloscopia Rosa: Videoart and Queer Constructions”, DIVERSEartLA (Los Angeles), a cura di Nestor Prieto, 5-9 Febbraio 2020.

 

Post Rebis (installazione), nell’ambito della collettiva “ARTEFACT: Chernobyl 33 - Contemporary Art and New Media Obiect”, Kiev (Ucraina), a cura di Iury Lech, 28 Settembre-8 Ottobre 2019.

 

Restrospettiva video nell’ambito della mostra “Stendale. L’abbraccio delle Muse. La corrispondenza dei sensi”, Corciano, a cura di Gabriele Perretta, 3-15 Agosto 2019.

 

Ballet de la nuit (Sabbath), (installazione single-screen), nell’ambito della collettiva “Le ballet de la nuit”, IVAM, Institut Valencià d'Arte Modern, Valencia (Spagna), a cura di Marisa C. Hayes & Franck Boulège, 3.-4 Ottobre 2018.

 

Concert for Shadows 1-10 (installazione single-screen), nell’ambito della collettiva “Videoskin. Contemporary Dance Video Works”, Edge Gallery, Yukon (Canada), a cura di Monique Romeiko, 2-27 Novembre 2018,

 

Post Rebis (installazione single-screen), nell’ambito della collettiva “Experimental Video Show”, Exchange Gallery, Bloomsburg (Pennsylvania), a cura di Oren B. Helbok, 29 Settembre-9 Novembre 2018.

 

Desire Machines (videoinstallazione), nell’ambito della collettiva “Amore folle”, Corte Benedettina di Correzzola (Padova), a cura di Enrica Feltracco, Massimiliano Sabbion, Matteo Vanzan, 29 Settembre-28 Ottobre 2018.

 

The Storm (videoinstallazione), nell’ambito del Festival Vidéoformes - Digital Arts, Clermont-Ferrand, a cura di Gabriel Soucheyre, 14-31 Marzo 2018.

 

Post Rebis (installazione single-screen), nell’ambito della mostra “Back to the Post Future”, Spazio Ridotto, Venezia, organizzato da Zuecca Project Space, a cura di The Photophore e Athens Digital Arts Festival, 19 Gennaio – 16 Febbraio 2018.

 

Persona (videoinstallazione), nell’ambito della mostra “Vaticinio”, Museo Macro Testaccio, Roma, a cura di Veronica D’Auria e Lino Strangis, 31 Ottobre – 4 Novembre 2017.

 

Post Rebis (installazione single screen), nell’ambito della mostra “Miracles”, presso De Romeinse Katakomben, Valkenburg, Olanda, a cura di Ana Frangovska, Benoit Piret e Maureen Bachaus, 18-25 Ottobre 2017.

 

I Am Your Database (videoinstallazione), nell’ambito della mostra “Arte e tecnologia: arte contemporanea italiana”, Museo di Lan Wan, Qingdao, Cina, a cura di Riccardo Farinelli, 23 Settembre-31 Ottobre 2017.

 

Electric Self (videoinstallazione), nell’ambito dell’Asolo Art Film Festival, Collegio SS. Pietro e Paolo, a cura di Valentina Bigolin, 14-17 Settembre 2017.

 

Cross Fade (videoinstallazione e fotografie), nell’ambito dell’omonima bipersonale con Eleonora Manca, Castello dei Principi d’Acaja e Chiesa di San Giuseppe, Fossano, a cura di Carla Palazzo, 8-24 Settembre 2017

 

A Secret Place (videoinstallazione), Pinacoteca e Museo Civico di Volterra, a cura di Eleonora Raspi, 8 Giugno-2 Luglio 2017.

 

Particular, (videoinstallazione), residenza d’artista presso Montegemoli, a cura di Eleonora Raspi, 3 Giugno-2 Luglio 2017.

 

A Secret Place, personale (installazione di video e foto), Paolo Tonin Arte Contemporanea, Torino, 30 Marzo-28 Aprile 2017.

 

Inconsci tecnologici (retrospettiva video), Spazio Oberdan, Milano, nell’ambito di Invideo Mostra Internazionale di Video e Cinema Oltre, a cura di Sandra Lischi,18 Novembre 2016.

 

In the Cave (of Technology) (installazione single screen), Museo La Neomudéjar, Madrid, nell’ambito della mostra “Cruces y Convergencias by. Videosdeautor”, a cura di Cecilia Canal, 15 Settembre – 13 Novembre 2016.

 

Black Data (fotografie e installazione single screen), Centro Arte Contemporanea Palazzo Tagliaferro, Andora, nell’ambito della mostra “Mutamenti. Sguardi sulla società digitale”, a cura di Maurizio Marco Tozzi, 25 Giugno – 7 Luglio 2016

 

Anywhere Out of the World (installazione single screen), Quartiere Arabo, Caltanissetta, nell’ambito della mostra “Estrazione-Astrazione” a cura di Annarita Borrelli e Salvatore Cammilleri, 22 – 24 Luglio 2016.

 

Anatomy Theater (proiezione video), Accademia di Belle Arti, Bologna, nell’ambito della mostra “Le regole del corpo. Norma e arbitrio”, a cura di Piero Deggiovanni, Valeria Roncuzzi e Camilla Roversi Monaco, 20 Maggio – 30 Giugno 2016.

 

The Web (proiezione video), Loggia della Mercanzia, Genova, nell’ambito della mostra “Other Identity. Altre forme di identità culturali e pubbliche”, a cura di Francesco Arena, 8tFebbraio – 5 Marzo 2016.

 

Future(ism) e OR (con Eleonora Manca) (installazione single screen), Camara Municipal de Alcobaca (Portogallo) nell’ambito della mostra “Transborda-Overflow” , a cura di Roberto Guerreiro, 1 – 10 Giugno 2015.

 

Shooting Kennedy (installazione single screen) Photology, Milano, nell’ambito della mostra “LAST – Opere recenti nella vita di JFK e JKO”, a cura di Davide Faccioli, 22 Novembre 2012 – 31 Gennaio 2013.

 

Black Data ((installazione single screen), Osnago, nell’ambito della mostra “La voce del corpo”, a cura di OLO Art, 8– 23 Giugno 2013.

 

The Waiting Room – Echoes (Installazione), con Eleonora Manca, Paolo Tonin Contemporary Art, Torino, 14th Febbraio – 22 Marzo 2013

 

Out of Body (videoinstallazione), Complesso Monumentale, Catanzaro, nell’ambito della mostra “Corpo elettronico fra materia, segno e sogno”, a cura di Andrea La Porta e Gianluca Marziani, 11 Febbraio – 25 Aprile 2012.

 

Bloodstream, Cover Dalì, Underskin ((installazione single screen), casa di Célin Carbonell, Roma, nell’ambito della mostra “Casa mostra-House Party”, a cura di Kora Diffusione Culturale, 2012.

 

Coniunctio (installazione single screen), Maumau Underground, Barcellona, nell’ambito di Weart Festival,a cura di Macu Moran, 2012.

 

The Waiting Room – Shadows (installazione), con Eleonora Manca, Hangar di Palazzo Leonardo, Torino, a cura di Roberto Vaio e Patrizia Fischer, 2012.

 

Electric Self Anthology (installazione single screen); Stazione Leopolda, Pisa, nell’ambito della mostra “Sentiments”, a cura di Associazione NM+, 5 Gennaio – 28 Febbraio 2012.

 

Bloodstream (installazione single screen), Tunnel Gallery (tunnel che collega Levanto e Bonassola), Laura Film Festival, a cura dell’Associazione Laura Morandini, 20 – 31 Luglio 2011.

 

Out of Body (fotografie e installazione single screen), Hangar di Palazzo Leonardo, Torino, a cura di Roberto Vaio and Patrizia Fischer, 6 – 10 Luglio 2011.

 

Electric Self Anthology (installazione single screen ), Spazio Eventiquattro, Milano, durante “Arte Accessibile Milano” nell’ambito della mostra “Videotour”, a cura di Mariella Casile, 7 – 10 Aprile 2011.

 

Zil Zelub, Buzzelliades (installazione single screen), Palazzo Guinigi, Lucca, nell’ambito della mostra “Guido Buzzelli, frammenti dell’assurdo”, a cura di Grazia Buzzelli, 22 Ottobre 2011 – 31 Gennaio2012.

 

Infinite Star, Infinite Joe, (installazione single screen), Photology, Milano, nell’ambito della mostra “Hendrix Now”, a cura di Davide Faccioli, 15t Septembre - 19t Novembre 2011.

 

Croma Soma (videoinstallazione), Ten Gales Gallery, Londra, nell’ambito della mostra “Creatures”, a cura di Antria Pelekanou, 11– 28 Novembre 2010.

 

Electric Self Anthology (installazione single screen), Teatro Municipal Sao Luiz, Lisbona, nell’ambito di Inshadow Festival, a cura di Ana Rita Barata, 2009.

 

Cover Dalì (installazione single screen), Museo Villa dei Cedri, Bellinzona, nell’ambito della mostra “Videoderive dell'arte 2-dallo stupore allo sguardo impuro”, a cura di Adriano Kestenholz, 25 Luglio – 23 Agosto 2009.

 

Electric Self Anthology (installazione single screen), Hiddenclub, Londra, nell’ambito della mostra “Act Art 7 Children of the Damned”, a cura di Oliver Frost e Marc Massive, 2009.

 

Croma Soma (videoinstallazione), Ex Manifattura Tabacchi, Lucca, nell’ambito della mostra “Luci di corpi”, a cura di Elena Marcheschi e Fabio Bertini, 22 – 30 Maggio 2009.

 

Electric Self Anthology (installazione single screen), Staranzano (Gorizia), nell’ambito della mostra “Arteduemilaotto – Itinerari possibili”, a cura di Franco Milani e Nicoletta Leghissa, 2008.

 

The Web, Flesh Paths (installazione single screen), Museo della Città di Collegno (Torino), nell’ambito della mostra “Daimon 2”, a cura di Associazione Paradigma da un’idea di Simona Galeotti, 23 Novembre – 14 Dicembre 2007.

 

Croma Soma, (videoinstallazione), Galleria LipanjePuntin, Trieste, nell’ambito della mostra “Wonderful”, a cura di Maria Campitelli, 1 – 15 Giugno 2006.

 

Spoon River (videoinstallazione), Spazio Oberdan, Milano, nell’ambito della mostra “Tekne 5. Fra arte e tecnologia. L’immagine infinita. Schermi, visioni, azioni”, a cura di Romano Fattorossi, 28 Ottobre – 26 Febbraio 2005.

 

A Flash of Art (videoinstallazione) Palazzo Venezia, Roma, nell’ambito mostra prodotta da Photology “Flash of Art: fotografi d’azione a Roma 1953-1973”, a cura di Achille Bonito Oliva, 11 Giiugno – 3 Ottobre 2004.

 

Croma Soma (installazione single screen), San Vito al Tagliamento (Pordenone), nell’ambito della mostra “Hic et Nunc”, a cura di Angelo Bertani, 19 Giugno – 25 Luglio 2004.

 

Squarci di buio (fumetti e installazione single screen), ORSA, Torino, a cura di Edoardo Fadini, 2001.

 

Fuochi Fatui (videoinstallazione), Galleria d’Arte Moderna, Torino, a cura di Edoardo Fadini, nell’ambito del Festival Golem, 1999.

 

Fuochi Fatui (videoinstallazione), S. Maria della Scala, Siena, a cura di Tiziana Tarquini, nell’ambito del Festival Visionaria, 1998.

 

Solo per i tuoi occhi (videoinstallazione) Photology, Milano, nell’ambito della mostra “Tazio Secchiaroli The Original Paparazzo”, a cura di Davide Faccioli, 1996.

 

Materia Grigia (videoinstallazione), Ippopotamo ZooMusicBar, Torino, a cura di Ivano Badandy, 1994.

 

Trancemedia (videoinstallazione), Hiroshima Mon Amour, Torino, a cura di Fabrizio Gargarone, 1993.

 

Io so (videoinstallazione), Hiroshima Mon Amour, Torino, a cura di Fabrizio Gargarone 1990.

 

La Colazione di Nico (videoinstallazione), Atrio del Cinema Centrale, Torino, a cura di Steve Della Casa, nell’ambito del Festival Cinema Giovani,1990.

 

 

 

VIDEOART (single-screen videos)

 

2021

In Your Room, 2’29’’

 

2020

In-Between, 7’09’’

Re-make Re-model, 04’30’’

Memory Frame, 7’46’’

Led3Times, 2’53’’

Transient, 2’54’’

 

2019

The Glitch and the Fire, 06’20’’

Aquiring the Form (loop)

Imprinting (loop)

 

2018

Ballet de la nuit (Sabbath), 24’

Ballet de la nuit (Sabbath), 60’

Shedding (2010-2018), 6’48’’

Mystical Surgery (loop)

Cryogenesis (loop)

Steel Shadows (loop)

The Shout (loop)

Discussion on Death (2006-2018)
 

2017

Fear of Me (2008-2017), 6’15’’

Desire Machines (6 loop)

Last Call (loop)

Living Apart (loop)

Post-Muybridge (loop)

 

2016

Post Rebis, 3’39’’

Electric Self (2006-2016), 4’12’’

Danse Macabre, 4’47’’

Phoenix, loop

Afterlife, loop

 

2015

The Tower, loop

Stage Venus, loop

Amniotica, loop

 

2014

I Am Your Database, 5’35’’

Desorder, loop

2013

Future(ism), 2’32’’

In the Cave (of Technology), (menzione speciale Premio Videoarte Cosua 2016), 5’38’’

 

2012

Black Data, 4’00’’

Anatomy Theater, 3’30’’

Coniunctio II (La petite mort), 2’

Coniunctio, 2’30’’

Concert for Shadows 1-10, 14’25’’

Concert for Shadows 11-14, 4’00’’

 

2011

A Secret Place, 4’

Buzzelliades, loop

Zil Zelub, loop

Infinite Star, loop

Infinite Joe, loop

 

2010

Shedding, 7'

Pagan Inner, (vincitore Magmart Festival, trasmesso da Sky Arte HD), 6’30’’

A Tell-Tale Heart, 3'30'''

Bloodstream, 7'30''

 

2009

Underskin, 5’

 

2008

Fear of Me, 7’

Not with a Bang, (1° premio Festival Visionaria, Babelgum Film Festival, Madatac), 4’

Greetings from Hell, 4’

Spoon River (versione dvd-libro, Ed. Kaplan, Torino), 70'

 

2007

Anywhere out of the World, 5’

Discussion on Death, 7’

Flesh Paths, 7’

The Web, 7’

Zero Gravity, 7’

 

2006

Cover Dalì, 13’

In the Beginning, 4’

Electric Self, (1° premio Festival Optica), 5’

Zero Gravity, 7’

 

2004

Croma Soma, loop (installazione single screen)

 

2002

Spoon River (versione completa), (trasmesso da La 25 Ora, LA7), 90’

Glocal, 12 x 3’, (RAI 3)

 

2001

Spoon River 3 (estratti), 35’

 

2000

Spoon River 2 (estratti), 25’

 

1999

Spoon River 1 (estratti), (1° premio Scrittura e Immagine), 25’

 

1996

Spiriti liberi, 13’

Solo per i tuoi occhi, (1° premio Civitanova video, Berlino-Taranto Festival, e Antalya Golden Orange Festival), 10’

 

1995

Cattedrali della memoria, (1° premio Arte in video, trasmesso da TV Capodistria, SeiMilano,e Fuori Orario, RAI 3), 7’

Acheronthia Atropos, con Nicoletta Polledro, (2° premio Festival Internazionale Cinema Giovani), 4’

 

1994

Illuminazioni - Arthur Rimbaud, (premiato a Videopresenze , e Electronie d’arte e altre scritture), 20’

Kiki kali, con Giuseppe Randazzo,(trasmesso da VIDEOMUSIC, e RAISAT1), 6’

Casa matta, con Katia Beltrame, (trasmesso da SeiMilano e Fuori orario, RAI 3), 5’

Decoder (3° premio Videomiserie 1995, segnalato alla Anteprima per il Cinema Indipendente Italiano 1995, menzione speciale Visionaria), 5’

Non ti preoccupare piccola, andrà tutto bene (con NicolettaPolledro e Daniele Galliano),(trasmesso da Fuori Orario, RAI3), 3’

Crash, (trasmesso da RAISAT1), 1’

 

1993

Senz'altro sentire, 8'

Voci di donna, 7'’

 

1992

Nacht, 8'

La notte dentro, (trasmesso da Maratona d'estate, RAI1 e Tortuga DSE, RAI3), 15’

 

1991

L'urlo, (1° premio Videokids, Videopresenze, trasmesso da RAI3, Canale 5 e RAISAT1), 1’

Fantasmi, (1° premio Videopresenze, trasmesso da RAI3 e RAISAT1), 5’

 

1990 Transiti, (trasmesso da Fuori Orario RAI3), 15’

Materia grigia, (1° premio Videokids), 6’

Odio, 3'

 

1989 Idrogenesi, 30'

 

FASHION FILMS (MIST: Alessandro Amaducci, Eleonora Manca)

 

Maatroom, 3’00’’, 2108

Black Widow, 2’24’’, 2015

White Gothic, 3’06’’, 2015

OR, 2’55’’, 2015

 

VIDEOCLIP MUSICALI

 

Down (videoclip per PROGedia-Fed Conti), 5’00’’, 2022 (menzione best Art Music Video, International Future Sound Awards 2002)

We Are the Night (videoclip per PROGedia-Fed Conti), 5’00’’, 2021

Love Song (videoclip per i Roulette Cinese), (trasmesso da Match Music, Music Box, All Music), 3’00’’, 2003

Kid C (videoclip per i Roulette Cinese), 3’00’’, 2003

Io non conosco le cause della morte (videoclip per i Roulette Cinese), 5’00’’, 2003

Banalmente dipendente (videoclip per i Roulette Cinese), 6’00’’, 2003

Che fine ha fatto Baby Love? (videoclip per i Roulette Cinese), 50’, 2003

Let the Panic Begin (videoclip per i Death SS), 60’, 2001

Let the Sabbath Begin (videoclip per I Death SS), 3’00’’, 2000

Scarlet Woman (videoclip per i Death SS), (trasmesso da MTV Europe e da TMC2), 5’50’’, 1998

Baron Samedi (videoclip per i Death SS), (trasmesso da MTV Europe e da TMC2), 6’06’’, 1998

The Awakening of the Beast (videoclip per i Death SS), 3’00’’, 1988

Fools and Dolts (videoclip per i Sadist), (trasmesso da MTV Europe)1996

Tribe (videoclip per i Sadist), 3’30’’, 1995

 

DOCUMENTARI

 

Cracovia-Torino, fabbriche di cultura (con Davide Ferrario), 30’, 2004

l linguaggio della televisione (con Sandra Lischi), 38’, 2001

Antonio Gramsci, gli anni torinesi, (con Daniele Gaglianone e Paola Olivetti) (1° premio Videoland), 30’, 1997

Dybbuk, memorie dei campi (menzione speciale Festival del Documentario Libero Bizzarri ), 30’, 1996

Le stagioni della Resistenza (con Claudio Cormio, Paola Franchi, Daniele Gaglianone, Paolo Gobetti, Paola Olivetti), (documentario), 120’

Cinecronache partigiane (con Daniele Gaglianone, Paolo Gobetti, Paola Olivetti), 45’, 1995

Arrigo Lora-Totino, il teatro della parola (1° premio Scrittura e Immagine, trasmesso da Planète), 30’, 1995

ll giudizio di Norimberg, (2° premio Festival Cinema Giovani, premio speciale del pubblico e segnalazione della giuria Festival del Documentario Libero Bizzarri), 36', 1994

La frusta teatrale. Piero Gobetti e il teatro a Torino (con Ernaldo Data e Piero Gobetti), 28’, 1993

Aleph-Taw, memorie dello sterminio (1° premio Festival del documentario Libero Bizzarri), 36', 1993

Work in progress (segnalato a Videopresenze), 30', 1991

 

LIVE VIDEO, VIDEOSCENOGRAFIE

 

Electric Self Anthology (live video di Alessandro Amaducci); Porta degli Angeli, Ferrara, 2011

 

Shining Shadows (live video di Alessandro Amaducci), Hiroshima Mon Amour, 2010

 

Prozess- Il processo (scenografia video per lo spettacolo di Massimo Giovara), Cavallerizza Reale, 2009

 

Trancedroid (videoscenografia per lo spettacolo di Paola Chiama), Casa del Teatro Ragazzi e Giovani, Torino, 2009

 

Ex (videoscenografia per lo spettacolo di Giuliana Urciuoli), varie sedi a Verona, 2008

 

Orizzontale quasi verticale (live video per il concerto di Mirco Marchelli-Due Sotto l’Ombrello), Loggia di San Sebastiano, Ovada, 2007

 

L’adriatico addosso (omaggio a Pericle Fazzini) (videoscenografia per lo spettacolo di Paola Chiama e Piergiorgio Cinì), Teatro Mercantini, Ripatransone, 2007

 

La vita vera comincerà domani (dedicato a Salvador Dalì) (videoscenografia per lo spettacolo di Paola Chiama e Doriana Crema), Teatro Annibal Caro, Civitanova Marche, 2005

 

Spoon River (live video di Alessandro Amaducci), Palazzo Cavour, Torino, 2005

 

The Real Doll (videoscenografia per lo spettacolo di Paola Chiama), varie sedi a Torino, 2005

 

Cartoline dall’inferno ((live video di Alessandro Amaducci e Fabrizio Gargarone), Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino, 2004

 

Attacco Psichico (live video di Alessandro Amaducci) Forte di Vinadio, Cuneo, 2003

 

Cartoline dall’inferno ((live video di Alessandro Amaducci e Fabrizio Gargarone), Hiroshima Mon Amour, Torino, 2003

 

Hitler Garden (live video di Alessandro Amaducci e Fabrizio Gargarone), Hiroshima Mon Amour, Torino, 2003

 

Corpi elettrici (live video di Alessandro Amaducci per Torino Danza), Hiroshima Mon Amour, Torino, 2003

 

Attacco Psichico (live video di Alessandro Amaducci), Hiroshima Mon Amour, Torino, 2002

 

Solo (live video per il concerto di Sainkho Namtchylak), Hiroshima Mon Amour, Torino, 2002

 

Schermi di luce (live video di Alessandro Amaducci), Piazza S. Bernardino, Torino, prodotto da VoLumina, 2002

 

Yelì la voce della foresta (live video per il concerto di Mauro Campagnoli), Piccolo Teatro di Milano, 2001

 

Q33NYUSA (live video di Alessandro Amaducci e Motor), Hiroshima Mon Amour, Torino, 2001

 

Beat Parade (capodanno multimediale su tre piazze), Torino, 2000

 

Il Funanmbolo, (scenografia video per lo spettacolo di Laura Sicignano) Teatro Garage, Genova, 2000

 

MGZ Dance Party (live video per una serie di concerti di MGZ), Hiroshima Mon Amour, Torino, 1999

 

Sette Preghiere per il culto del pianeta (videoscenografia per il concerto di Giuseppe Zambon), Teatro Juvarra, Torino, 1997

 

Alcina (videoscenografia per lo spettacolo di Giuseppe Zambon e Ezio Bosso), Teatro Juvarra, Torino, 1997

 

Il Minotauro (videoscenografia per lo spettacolo di Alessandro Amaducci, Irene Pulzoni e Domenico Sciajno), Teatro Juvarra, Torino, 1996