Videoarte

FUTURE (ISM)
HD, 2013, 02'30''

video, computer grafica/ video, computer graphics: Alessandro Amaducci
presenza / presence: Eleonora Manca

sinossi/synopsis

Il video è liberamente ispirato alla pubblicazione nel 1909, sulla prima pagina del quotidiano Le Figaro, del Manifesto del Futurismo di Filippo Tommaso Marinetti, e vuole mostrare come l’immaginario digitale sia in grado di costruire differenti visioni del futuro. L’opera è stata commissionata da Magmart International Videoart tioneeente è un’altra storia curated by la: insistere, rimandatele la mail facendo intendere che si tratta di una questione Festival per la mostra itinerante 100x100=900 (100 Videoartists to Tell a Century), http://www.magmart.it/900/. Per ogni artista selezionato il compito era di rappresentare con un video un anno scelto casualmente della storia del Novecento.

The video is freely inspired by the publication in 1909, on the first page of the French newspaper Le Figaro, of the Futurist Manifesto by Filippo Tommaso Marinetti. The video depicts how the digital image is able to build different ideas of the future, taken from various imageries. The video was commissioned by Magmart International Videoart tioneeente è un’altra storia curated by la: insistere, rimandatele la mail facendo intendere che si tratta di una questione Festival for the itinerant exhibition 100x100=900 (100 Videoartists to Tell a Century), http://www.magmart.it/900/. The task for the selected artists was to work on one randomly chosen year of the history of the Twentieth Century.


CONCERT FOR SHADOWS 1-10
HD, 2012, 15'00''

recensioni/reviews

realizzazione video e suoni/video, sounds: Alessandro Amaducci
coreografia e danza/choreography and dance: Eurinome

sinossi/synopsis:
Duo metacoreografico fra dimensioni naturali e artificiali.
A meta-choreographic duet between artificial and natural dimensions.

 

CONCERT FOR SHADOWS 11-14
HD, 2012, 4'00''

 

realizzazione video e suoni/video, sounds: Alessandro Amaducci
coreografia e danza/choreography and dance: Eurinome

sinossi/synopsis:
Duo metacoreografico fra dimensioni naturali e artificiali.
A meta-choreographic duet between artificial and natural dimensions.

 

ANATOMY THEATER
HD, 2012, 3'30''


realizzazione video e suoni/video, sounds: Alessandro Amaducci
coreografia e danza/choreography, dance: Eurinome

sinossi/synopsis:
Un dramma teatrale per attori anatomici.
A theatrical drama for anatomical actors.

 

A SECRET PLACE
HD, 2011, 4'20''


realizzazione video e musica/video, music: AlessandroAmaducci
coreografia e danza/choreography, dance: Eurinome


sinossi/synopsis:
Una zona abitata di un luogo segreto.


UNDERSKIN
DVcam, 2009, 4'


realizzazione video e musica: Alessandro Amaducci
video, music: Alessandro Amaducci

sinossi/synopsis:
Sotto la pelle della materia pittorica e delle altre tecnologie del corpo.
A Journey into the representation of the body, under the skin of paintings and other technologies. The new technologies are the mirrors of the digital age: the representation of the body becomes a self-representation. There's no more need to have a painter and a model: we are in the same time painters and models of oursleves, disseminating images of our bodies around the Web.

ZERO GRAVITY
DVCam, 2007, 6’23''


realizzazione video e musica/video, music: Alessandro Amaducci
elaborazioni 3D/3D processing: Dimitri Milano
presenza/presence: Paola Chiama

sinossi/synopsis:
La spada e il fuoco. Evoluzioni cromatiche di un corpo in bilico fra il nulla e la distruzione.
The sword and the fire. Evolutions of a body balanced between the night and the destruction. But also fighting a sort of duel with images of fire that surround her, in a strange embrace. So the duel becomes a duet composed by a real body and an virtual partner. So the fire becomes pure images of energy that dance together with the real body. And the swords become sources of light, the only real luminous element of the composition.

 

IN THE BEGINNING
DVcam, 2006, 4’


realizzazione video e musica/video, music: Alessandro Amaducci
presenza/presence: Alessandra Vigna

sinossi/synopsis:
Fantasmi di marinai tatuati provengono dal passato nell’oceano della memoria, evocati da una figura femminile.
A dancer in a tattooed dream. Merged in the ocean of dreams of old photos of tattoed people, a dancer plays with moving images projected on her body. So she becomes a sort of screen on which a photo of a mariner floats, creating a moving texture, an embrace, maybe the recall of a lost person. Loss and memory. But also the beginning of something new, maybe a new skin able to create a bridge for future memories.



SPOON RIVER DVD-LIBRO

info

SPOON RIVER
, 1999-2007, 70’, BETACAM-DVCAM

[leggi rassegna stampa]

realizzazione video: Alessandro Amaducci
liberamente tratto da Spoon River Anthology di Edgar Lee Masters
traduzione: Davide Forno
riprese, montaggio digitale, postproduzione analogica e digitale, elaborazioni 2D: Alessandro Amaducci
computer grafica 3D: Alessandro Amaducci, Celestino Gianotti, Marco Fantozzi, Alessandro Canu
musiche originali: Roberto Musci, Giovanni Venosta, Massimo Mariani, Ruggero Tajè, Alessandro Amaducci, Sadist, Roulette Cinese
voci: Angelo Scremin, Marco Badino, Claudio Zanotto Contino, Francesca Graglia, Massimo Giovara, Andy Conti, Maura Sesia, Sandro Carboni, Joe Raggi, Luca Ghignone, Giaime Alonge, Tiziana Martello, Betty Cembrola
trattamenti audio e sfondi sonori: Alessandro Amaducci
produzione: Alessandro Amaducci
distribuzione: Ed. Kaplan
I morti del cimitero di Spoon River raccontano ad un viandante le loro storie.

 

COVER DALI', 2006, 13', BETACAM-DVCAM

[leggi rassegna stampa]

realizzazione video: Alessandro Amaducci
musica: Alessandro Amaducci
rumori radio: Pier Paolo Marini
con: Paola Chiama, Tony D’Agruma, Doriana Crema
produzione video: Alessandro Amaducci, Civitanova Danza
credits dello spettacolo
coreografia: Paola Chiama, Doriana Crema
con: Paola Chiama
produzione: Civitanova Danza, AMAT
Le immagini fanno parte della scenografia video realizzata per lo spettacolo La vita vera comincerà domani (dedicato a Salvador Dalì) della compagnia Nucleo del Tratto Solitario. Alcuni personaggi entrano nel mondo di Salvador Dalì e si trasformano in “attori” integrati nell’immaginario del Surrealismo. L’ossessione della carne e delle forme molli sorrette dalle stampelle diventano materia visiva per una riflessione sulla vita e sulla morte.

 

SOLO PER I TUOI OCCHI, 1996, 10’, BETACAM
[leggi rassegna stampa]

realizzazione video: Alessandro Amaducci
produzione: Cooperativa 28 Dicembre
Il desiderio di amplificare lo sguardo, di allontanare, di distanziare sempre più la capacità dei nostri occhi tramite tecnologie diverse (binocoli, microscopi, satelliti ) nasconde la volontà di avvicinarci alle immagini dell’estrema distanza, dell’estremo distacco: la morte. La morte in diretta, il tempo in diretta dell’immagine elettronica è l’estrema necroscopia tecnologica regalata al nostro sguardo: la carne si dispiega, il desiderio, la tensione si consumano e si decompongono momento dopo momento, “frame” dopo “frame”. La glaciazione temporale e corporale dell’immagine fotocinematografica si sfrangia nel caos del video provocando imprevedibili ritorni in vita, una vita fatta di luce e movimento. Gli sguardi puntati delle varie guerre hanno compiuto il loro percorso dalla canna del fucile al binocolo dell'obbiettivo delle cineprese: puntiamo gli occhi, guardiamo, desideriamo, uccidiamo, guardiamo la morte (in diretta). Il video è stato realizzato in occasione della mostra “Tazio Secchiaroli, the original paparazzo”, galleria Photology, Milano.

 

SPIRITI LIBERI, 1996, 13’, BETACAM

[leggi rassegna stampa]

realizzazione video: Alessandro Amaducci
danza: Irene Pulzoni
sculture: Massimo Pattaro
musica: Joe Raggi
produzione: Cooperativa 28 Dicembre
Le danze degli spiriti liberi.

 

ACHERONTIA ATROPOS, 1995, 5’, BETACAM

[leggi rassegna stampa]

realizzazione video: Alessandro Amaducci, Nicoletta Polledro
fotografia: Claudia Fornengo
testo: Nicoletta Polledro
scritte: Sonia Galvan
con: Nicoletta Polledro, Maria Grazia Solano
musica: Domenico Sciajno
produzione: Cooperativa 28 Dicembre
Due corpi e una poesia. Il video è un viaggio visivo e sonoro dentro le pulsioni della parola che diventa immagine, dentro gli scontri fra la pellicola e l’immagine elettronica. “Mi vedi falena nel buio, che sbatte più fragili antenne...”

 

CATTEDRALI DELLA MEMORIA, 1995, 8’, BETACAM

[leggi rassegna stampa]

realizzazione video: Alessandro Amaducci
quadri: Massimo Lai
materiale di repertorio: Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza
produzione: Cooperativa 28 Dicembre
La memoria concentrata dei luoghi distrutti e abbandonati esplode scaraventando in uno spazio mentale le immagini dei corpi che li hanno abitati.

 

ILLUMINAZIONI - ARTHUR RIMBAUD -, 1994, 20’, BVU

[leggi rassegna stampa]

realizzazione video: Alessandro Amaducci
liberamente tratto da Illuminazioni di Arthur Rimbaud
le “veggenti”: Francesca Rizzotti, Yara Mavridis, Vanessa Giuliani, Laura Toffanello, Lorella Galvan, Anna Salza, Nicoletta Polledro, Kiki Jacobsen, Katia Beltrame
materiale di repertorio: Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza
plastici: Paola Risoli
suoni ed elaborazioni delle voci: Giovanni Ramello
musica: Ruggero Tajè , Giovanni Ramello
produzione: Cooperativa 28 Dicembre , Centro Arti Visive Archimede
Trasformazione video dell’omonimo testo di Arthur Rimbaud. Immagini, testi, suoni e parole scorrono liberamente nello spazio video per tradurre in forme in movimento le “alchimie del verbo” del poeta francese.

 

CASA MATTA, 1994, 5’, BVU

[leggi rassegna stampa]

realizzazione video: Alessandro Amaducci , Katia Beltrame
danza: Irene Pulzoni, Alessandra Vigna
musica: Giovanni Ramello
produzione: Cooperativa 28 Dicembre
Videodanza obliqua, per corpi volatilizzabili

 

NON TI PREOCCUPARE PICCOLA, ANDRA’ TUTTO BENE, 1994, 2’, BETACAM
realizzazione video: Alessandro Amaducci, Daniele Galliano, Nicoletta Polledro
quadri: Daniele Galliano
testi: Nicoletta Polledro
musica: Aphrodite’s Child
produzione: Cooperativa 28 Dicembre, Zenith Arti Audiovisive
Flusso video sui quadri erotici di Daniele Galliano.

 

DECODER, 1994, 4’, BETACAM


[leggi rassegna stampa]

realizzazione video e suono: Alessandro Amaducci
produzione: Cooperativa 28 Dicembre
La televisione ci guarda e pretende reazioni pseudoattive. I messaggi ci confondono e le immagini si rivelano per coprirne altre. La realtà criptata è mentalmente deformata.

 

CRASH, 1994, 1’, BETACAM

[leggi rassegna stampa]

realizzazione video e suono: Alessandro Amaducci
produzione: Cooperativa 28 Dicembre
Crash.

 

VOCI DI DONNA, 1993, 5’, BVU

[leggi rassegna stampa]

realizzazione video: Alessandro Amaducci
danza: Irene Pulzoni , Alessandra Vigna
musica: Alessandro Amaducci , Ubaldo Scifo
produzione: Cooperativa 28 Dicembre
Videodanza con corpi frattali. Movimenti recursivi, moltiplicazione dei corpi. Invasione cellulare dello spazio della danza.

 

SENZ’ALTRO SENTIRE, 1993, 8’, BVU

[leggi rassegna stampa]

realizzazione video: Alessandro Amaducci , Nicoletta Polledro
testi: Nicoletta Polledro
computer grafica: Giuseppe Randazzo
suoni: Andrea Reali
produzione: Cooperativa 28 Dicembre , Centro Arti Visive Archimede
Uno sguardo vergine si aggira fra le immagini del mondo. “Seziono tutto con la curiosità di un chirurgo e il dolore di un paziente”.

 

LA NOTTE DENTRO, 1992, 15’, BVU

[leggi rassegna stampa]

realizzazione video e suono: Alessandro Amaducci
danza: Maria Paola Pierini
musica: Ruggero Tajè
produzione: Cooperativa 28 Dicembre , Centro Arti Visive Archimede
Coreografia immateriale in tre quadri: “Tutte le paure del buio”, “La camera oscura”, e “Ombre di luce”. Il buio diventa il compagno invisibile di una danzatrice.

 

FANTASMI, 1991-95, 5’, BETACAM

[leggi rassegna stampa]

realizzazione video: Alessandro Amaducci
montaggio: Alessandro Amaducci , Mario Vera
musica: Ruggero Tajè
con: Antonin Artaud, Alex Allin, Lucien Bataille
produzione: Centro Linguistico Audiovisivi , Cooperativa 28 Dicembre
La carne cinematografica di Antonin Artaud e dei fantasmi della sua immaginazione sbranati dall’immagine video.

 

L’URLO, 1991, 1’, VHS

[leggi rassegna stampa]

realizzazione video e suono: Alessandro Amaducci
con: Anna Apostolo, Anita Beltramo, Silvia Bollone, Angela Camerano, Laura Cerutti, Monica Di Marco, Lorella Donna, Bettina Gaudio, Loredana Giaccaria, Ilaria Godino, Yara Mavridis, Nicoletta Polledro, Anna e Francesca Rizzotti, Elena Salamon, Mara Signori
produzione: Centro Arti Visive Archimede
Secondo un’antica leggenda egiziana, il dio Ptah avrebbe generato l’universo semplicemente nominando i vari elementi che l’avrebbero composto. Nascita, vita, morte e miracoli dell’immagine video.

 

TRANSITI, 1990, 20’, VHS
[leggi rassegna stampa]
realizzazione video: Alessandro Amaducci
produzione: Centro Arti Visive Archimede
Girato durante l’occupazione di Palazzo Nuovo di Torino (Facoltà di Lettere e Filosofia), è un non-documento militante sul movimento della “Pantera”, sinfonia visiva sulle strutture deserte dell’università occupata dalle voci degli studenti.

 

ODIO, 1990, 3’, VHS

[leggi rassegna stampa]

realizzazione video: Alessandro Amaducci
produzione: Centro Arti Visive Archimede
Tre parole diverse ospitano al loro interno le stesse immagini di distruzione.

 

MATERIA GRIGIA, 1990, 5’, VHS

[leggi rassegna stampa]

realizzazione video: Alessandro Amaducci
musica: Ruggero Tajè
produzione: Centro Arti Visive Archimede
Anche le immagini astratte hanno una loro sensualità. Fantasie erotiche cellulari e danze di spermatozoi-neuroni. Per un erotismo dei gangli neuronali.

 

IDROGENESI, 1989, 30’, VHS
[leggi rassegna stampa]
realizzazione video: Alessandro Amaducci
produzione: Centro Arti Visive Archimede
Viaggio all’interno dello stato fluido della materia. Lo schermo diventa una tavolozza tridimensionale di colori in movimento, proiezione della tecnica del “dripping”, con interventi di oggetti solidi.