VIDEOIMAGO-RECENSIONI
L'inquieto Paolo Gobetti, di classe partigiana combattente, attivo a Torino nella storica costituzione di una rete di cineclub operai, traduttore e saggista di classici del cinema, tra gli ideatori e fondatori dell'Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza nel 1966, è il direttore responsabile de Il nuovo Spettatore. QUesta curiosa collana della Franco Angeli Editore prsegue oggi tenacemente l'attività critico-esplorativa iniziata alla fine degli anni '50. L'ultima uscita è l'utilissima miscellanea, curata dal tandem Amaducci-Gobetti, cheoffre uno spaccato intelligente e complesso dell'area video. Video Imago è un testo guida per tour non effimeri nel mondo del pensiero elettronico anche internazionale, grazie alla selezione di saggi non invecchiati dal tempo e non ancora tradotti in italiano. Utile la bibliografia e molto denso il saggio di Alessandro Amaducci "L'immagine scatenata", che rivela di questo autore-organizzatore tra i più giovani un'intensa anima riflessiva. Massiccia la presenza di teorici francesi (Virilio, Quéau, Duguet, Couchot), newyorkesi (Brigham, Gever, Turim) e interessanti contributi di videoartisti (Callas, Vasulka, Viola, Wright).
Ninì Candalino, Il Manifesto, giovedì 24 febbraio 1994
___________________________________________________________

Una lacuna è stata colmata. Le "immagini nuove e vecchie" del televisore e del monitr hanno finalmente trovato spazio in un accurato e completo volume di oltre 400 pagine. L'argomento è delicato, sia per la sua amiezza sia perchè la tecnologia e la cultura dell'immagine eletronica non hanno ancora pienamente espresso le proprie potenzialità. Per questo risultano più affascinanti i contributi di esperti del settore, da Marita Sturken a Florence De Méredieu, e di artisti, come Bill Viola e Woody Vasulka. Perché rendono evidenti quali sono le implicazioni concettuali, presenti e future del complesso universo video, che va dall'immagine digitale alla videocreazione, dalla videoarte alle videoinstallazioni alle realtà virtuali.
A coordinare la monumentale operazione sono stati il giovane videomaker Alessandro Amaducci e Paolo Gobetti, direttore dell'Archivio Nazionale Cinematografico dela Resistenza. (...)
Questo è sicuramente uno dei pochi libri che deve leggere chi vuole accostarsi alle esperienze video non solo superficialmente, ma cercando aignificati e motivazioni più profonde.
Domenico De Gaetano, Informagiovani, Gennaio-Febbraio 1994
_______________________________________________________